Seleziona una pagina

Perché i tuoi clienti non ti capiscono quando comunichi online?

Risposta breve: perché non ti spieghi bene.

Pensa a un momento in cui hai incontrato una persona e ti è subito piaciuta.
Poteva essere un amico di un amico, un nuovo collega, un familiare, qualcuno incontrato per caso al bar oppure durante un evento. Come mai ti sei subito capito?

Ritorna a quel momento, e prova a pensare a cosa c’era di così speciale fra di voi.
Probabilmente scoprirai che “vi siete capiti”.

Vi siete capiti in un modo più profondo del solito, siete entrati in una relazione speciale.
Diciamo che siete diventati amici.

Se questo ti è già successo, probabilmente hai alcune cose in comune con questa persona.
E quindi, in qualche modo, hai raccontato qualcosa di te:

  • Chi sei
  • Cosa sai fare
  • Cosa ti piace fare
  • Cosa non ti piace
  • Cosa ti muove
  • Cosa ti emoziona
  • Perché fai ciò che fai.

Beh, questo è quello che faccio nella vita. Aiuto gli imprenditori a raccontare se stessi tramite il proprio Blog, li aiuto a spiegarsi bene attraverso il web per trovare nuovi clienti.
Spiegarsi bene non vuol dire “scrivere bene”.
Non dobbiamo scrivere un romanzo, e non dobbiamo nemmeno scrivere una poesia.

Spiegarsi bene vuol dire raggiungere i risultati che vuoi ottenere.

Se preferisci, funziona anche al contrario:

SE non raggiungi i risultati che vuoi ottenere VUOL DIRE CHE non ti spieghi bene.

Spiegarsi bene è difficilissimo, quasi non esistono regole… anche se poi qualche regola segreta c’è, ma ne parleremo più avanti.

Farsi capire vuol dire “essere chiari”.

Ad esempio, le persone che conosci sia nella vita privata che lavorativa, quanto ti conoscono?
Hanno informazioni su: chi sei, cosa sai fare, cosa ti piace fare, cosa non ti piace, cosa ti muove, cosa ti emoziona?
Si o No?

Se la risposta è NO (oppure NI) ecco il motivo per cui a volte non ti capiscono.

Semplicemente non stai comunicando loro con chiarezza. E loro non capiscono.

Chi può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi?

Le persone che incontri ogni giorno, online o dal vivo, possono già aiutarti a ottenere quello che vuoi. Al di là dell’obiettivo che hai in mente, è importante che ti spieghi bene, altrimenti gli altri non ti aiuteranno a raggiungerlo.
Insomma: SE non capiscono cosa vuoi NON ti possono aiutare.

SE non capiscono cosa vendi e PERCHÉ puoi essere utile a loro NON possono comprare da te.

Farsi capire vuol dire “comunicare chiaramente” ciò che si vuole.

La comunicazione di un’azienda che ti piace

Pensa a una azienda che ti piace davvero. È un’azienda che è chiara in quello che comunica?
Probabilmente sì. Cosa ti manca per comunicare in quel modo?

 

loghi brand

Adesso pensa, al contrario, a un’azienda che secondo te sta comunicando male se stessa.

A quale di queste aziende assomiglia la tua attività? A quella che comunica bene o male?

Se ti è capitato di dire: “Questi clienti non capiscono niente!” ti comunico che da oggi in poi deve essere un tuo obiettivo primario quello di spiegarti meglio se loro non capiscono.
E se non capiscono dopo che “ti sei spiegato”, vuol dire che devi spiegarti ancora più semplicemente… ancora meglio.

Se non ti spieghi bene ai tuoi clienti e loro NON capiscono… questo è un TUO grave problema: NON compreranno da te.

Come puoi fare allora a spiegarti meglio?
Beh, il segreto è mettersi davvero nei panni dell’altro e conoscere i clienti meglio di come loro conoscono se stessi.

E dunque come si fa concretamente a farsi capire bene?
Quali sono le caratteristiche chiave da sviluppare per spiegarsi bene?

La prima cosa da fare è partire dai problemi dei tuoi clienti

In che senso partire dai problemi dei clienti? Attenzione che qui scatta l’errore più frequente che fanno molti imprenditori.

Magari spieghi molto bene tutte le caratteristiche del tuo prodotto-servizio, ma al tuo cliente quello non interessa, a lui interessa come sei capace di risolvere i suoi specifici problemi. Diciamola meglio: a lui interessa sapere se sei capace di risolvere i suoi problemi.

ESERCIZIO:
Scrivi i 10 principali problemi che i tuoi clienti hanno in merito al tuo prodotto o servizio.

Puoi inserire in questa lista anche aspetti di disservizio che i tuoi clienti vivono mentre acquistano ciò che vendi, un problema che ti hanno raccontato, e anche un problema che hai intuito (e non ti hanno ancora detto).

Scrivi la lista dei problemi che i tuoi clienti incontrano, scrivi quelli che di solito risolvi, scrivi anche quelli che non risolvi ancora per loro. Poi leggi fino in fondo questo articolo e scopri come completare l’esercizio.

La chiarezza sui problemi dei tuoi clienti ti aiuterà a far chiarezza sulla tua azienda.

Adesso ti stai chiedendo: cosa me ne faccio della lista dei problemi?

Partendo da questa lista puoi iniziare a scrivere come tu aiuti le persone a risolvere quei problemi.
I tuoi clienti che problemi hanno? Tu come li aiuti a risolvere nello specifico ognuno di questi problemi?
Scrivilo sul tuo Blog, raccontalo. Questo è il tuo mestiere. Raccontare come risolvi i problemi ai tuoi clienti. Questa è quasi una magia: non appena l’avrai scritto vedrai che sempre più persone vorranno diventare tuoi clienti.

Se cominci a ricercare quali sono i problemi dei tuoi clienti, e poi inizi a scrivere le tue soluzioni a questi specifici problemi: hai fatto “Bingo”.

Adesso purtroppo devo dirti cosa fa il 99% delle persone a cui dico queste cose.
Mi dice: “Ma io ho già scritto queste cose sul mio sito!”
A questo punto rispondo: “Dove?!?!?!?!?”
Purtroppo ci sono persone che non capiscono, e credono di aver capito. Queste persone purtroppo non ottengono mai nulla.

Ricapitoliamo. Come si fa a farsi capire? 1) Chiarezza e semplicità estrema 2) Racconta di te: chi sei, cosa sai fare, cosa ti piace fare, cosa non ti piace, cosa ti muove, cosa ti emoziona 3) Scrivi sul tuo Blog (o sito internet) come hai risolto i problemi dei tuoi clienti 4) Se non succede niente, diventa ancora più chiaro, semplice e specifico nello scrivere come hai risolto i problemi dei tuoi clienti.

Piccolo esempio per spiegarmi meglio (ripara i computer)

MODO A:
Io mi occupo di aggiustare computer, stampanti, mouse, installo software, formatto pc.

MODO B:
Quando il sig. Proietti mi ha contattato era disperato. Il suo computer non funzionava più, e proprio in quell’hard disk aveva in memoria un documento molto importante che doveva presentare per la richiesta di un finanziamento europeo. Sì, il signor Proietti si occupa di finanziamenti europei, ed è una persona che ogni settimana prende l’aereo per Bruxelles.
Proprio per questo mi ha chiesto di effettuare l’intervento con estrema urgenza.
La scadenza del bando a cui doveva partecipare era proprio il giorno dopo.
Per alcuni clienti, quando ci sono urgenze di questo tipo, effettuo il servizio a domicilio.
Sono andato a prendere il computer nel suo ufficio, l’ho portato nel mio laboratorio, ho smontato l’hard disk, ho fatto i soliti controlli del caso per verificarne la qualità e sono riuscito a salvare tutti i suoi dati in un nuovo hard disk.
In 2 ore e mezzo sono riuscito a fare tutto e il sig. Proietti ha potuto presentare la sua domanda con i suoi documenti allegati.
Oltre a pagarmi quanto dovuto, il sig. Proietti mi ha voluto portare a tutti i costi a cena per ringraziarmi di quello che avevo fatto per lui.

Secondo te, quali di questi due modi è più incisivo per trovare nuovi clienti?

Per chiarezza te lo dico io: il Modo B.
Il Modo B non è forse il migliore al mondo, ma è decisamente molto meglio del Modo A.

Il Modo A è stato scritto per addetti ai lavori, e questa è la definizione di se stesso che può andar bene per parlare di se ai colleghi tecnici… ma non ai tuoi possibili clienti. Anche se il Modo A sembra molto chiaro, e sembra anche completo e semplice, in verità non è il miglior modo per trovare nuovi clienti.

Quindi, dopo questo esempio spero di essere stato più chiaro.

Cosa comunicare?

Racconta come TU risolvi i problemi specifici dei tuoi clienti.

Se stai partendo e non hai ancora clienti, allora puoi iniziare a ipotizzare quali problemi hanno, e quali di questi vuoi andare a risolvere.
Per trovare informazioni a riguardo puoi fare una ricerca su Google, nei forum e nei blog che parlano del tuo argomento specifico per scoprire quali sono i principali problemi che hanno i tuoi clienti.

Fai questo esercizio:
1) Scrivi la lista dei 10 principali problemi dei tuoi clienti
2) Scrivi come hai già risolto uno di questi
3) Pubblica questo articolo sul tuo Blog (o sito internet)

Poi, se vuoi una conferma o un parere, spediscimi quello che hai scritto tramite questo link, sarò felice di darti gratuitamente qualche suggerimento personalizzato.

Cosa accadrebbe se tu scrivessi le soluzioni a tutti i problemi dei tuoi clienti?
I tuoi clienti cosa penserebbero di te?
La stima nei tuoi confronti aumenterebbe?

La capacità di risolvere problemi è una capacità come tante altre. I tuoi clienti vogliono una persona come Wolf in Pulp Fiction:

Spero che tu, attraverso la tua attività, sia in grado di risolvere problemi ai tuoi clienti.
Altrimenti perché dovrebbero pagarti?

La cosa che forse ti manca è quella di saper raccontare quello che fai, spiegandoti bene.
Questa capacità richiede pratica, così come ballare o suonare la chitarra.
Prova, prova, prova e poi ci riesci. Inizia oggi stesso a fare il semplice esercizio che ti ho proposto.

Questo metodo per “farsi capire” è costituito da 2 parti:
A) Individua il problema
B) Racconta come lo hai già risolto per un altro cliente, in modo semplice, chiaro e concreto.

Questa è solo una piccola parte della StrategiaBlog che, se ben applicata, può dare enormi risultati già da sola.

Oltre a questa strategia ci sono altri 1.000 particolari da tener presente mentre si scrive un Blog con l’obiettivo di trovare clienti.

Ma ne parleremo più avanti.

Se hai trovato questo articolo utile condividilo sul tuo social preferito con amici e colleghi, potrebbe essere utile anche a loro.

A presto

Domenico

The following two tabs change content below.

Domenico Bisceglia

Mi occupo di aiutare imprenditori che hanno un Blog a trovare nuovi clienti tramite una Strategia di Marketing Online.